IL GIORNO DELLA MEMORIA A PINEROLO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI PINEROLO

PINEROLO – In occasione del Giorno della Memoria dell’anno 2020 il Comune di Pinerolo commemora le vittime della Shoah attraverso due iniziative, momenti di condivisione pensati per ricordare e allenare insieme uno sguardo consapevole del passato e responsabile del futuro.

GLI APPUNTAMENTI

SABATO 25 GENNAIO

Alle ore 16 corteo con i rappresentanti delle istituzioni e i cittadini sono chiamati a partecipare al corteo che si svolgerà a partire dal Monumento alle vittime della violenza e dell’intolleranza in viale Cavalieri di Vittorio Veneto al Monumento ex Internati in piazza Marconi con la deposizione di corone. Accompagnerà il Corteo la Banda Musicale A.N.A. di Pinerolo.

LUNEDÌ 27 GENNAIO

Alle ore 21 proiezione del film “L’uomo dal cuore di ferro” di Cédric Jimenez al Cinema Italia (Sala 5Cento) in via Montegrappa. Ingresso 4 euro.

Sinossi del film:espulsione con infamia dalla Marina tedesca in breve tempo Reinhard Heydrich passa alla nomina, da parte di Heinrich Himmler, quale responsabile dell’Intelligence delle SS naziste ancor prima che Hitler divenga Cancelliere del Reich. Nominato a guerra iniziata Protettore di Boemia e Moravia provvederà a pianificare la Soluzione finale nei confronti degli ebrei. A occuparsi di lui nel 1942 saranno due giovani soldati: Jan Kubis (ceco) e Jozef Gabcik (slovacco) che, dopo un addestramento a Londra, hanno l’incarico di compiere una difficile missione mai tentata fino ad allora. Devono eliminare un esponente delle alte sfere del potere nazista: Reinhard Heydrich. Il film è un ritratto inedito di un uomo mediocre, ma spietato e dei coraggiosi che provarono a fermarne la feroce protervia. Alle ore 9 è prevista la proiezione per le scuole.

Le parole del Sindaco di Pinerolo Luca Salvai: “La banalità del male è insita ovunque. Tanto più nelle parole imbevute di rabbia e razzismo che tutti i giorni molti si permettono di pronunciare con leggerezza, senza avere coscienza delle conseguenze che l’astio di ogni affermazione può creare. Troppo spesso insulti razzisti che prima erano taciuti per pudore, oggi sono sdoganati nelle piazze, sui media, su internet e sulle reti sociali. È ora di dire basta a coloro che istigano all’odio razziale, a chi insulta interi paesi ed etnie con superficialità, rimanendo impunito. È ora di dire basta all’idea che tutto sia affermabile, per una presupposta libertà di pensiero e di espressione. Il diritto all’opinione personale e alla critica non può scadere nell’insulto a persone appartenenti a abitudini, paesi e nazionalità diverse. L’istigazione al razzismo, la rievocazione di fascismo e nazismo non sono un pensiero degno di essere espresso: sono un reato. Abbiamo una Costituzione che parla di egualitarismo, rispetto dei credi religiosi e leggi che condannano tutte le forme di discriminazione. Ogni forma, seppure strisciante, di intolleranza è la negazione stessa di questi valori. I continui messaggi discriminatori espressi con superficialità ogni giorno su ogni mezzo di comunicazione o negli spazi pubblici delle città, inquinano le coscienze, rendono l’aria irrespirabile e peggiorano la condizione del mondo. Impegniamoci tutti a dare alle parole il grande peso che hanno. E impegniamoci soprattutto a liberare dalle catene del pregiudizio coloro che ancora non sanno dare il giusto valore alla parola integrazione“.

 

 

 

 

 

Informazioni:
Comune di Pinerolo – Segreteria del Sindaco
tel. 0121-361210
sindaco@comune.pinerolo.to.it
Ufficio Turismo e Manifestazioni
tel. 0121-361271
manifestazioni@comune.pinerolo.to.it

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here