PINEROLO, CONCERTO CON MASSIMO QUARTA E PIETRO DE MARIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Massimo Quarta e Pietro De Maria

dall’ACCADEMIA DI MUSICA DI PINEROLO

PINEROLO – Continuano con grande entusiasmo di pubblico i concerti in programma per MOVIMENTI tra maggio e luglio presso l’Accademia di Musica. Il prossimo appuntamento è per “Corde doppie” per lunedì 14 giugno alle ore 20 nella sala concerti di viale Giolitti a Pinerolo, con due protagonisti della scena internazionale, grandi virtuosi del proprio strumento, impegnati nell’esecuzione delle tre Sonate per pianoforte e violino di Johannes Brahms.

L’attesa è grande per Pietro De Maria, pianista solista con prestigiose orchestre internazionali e con direttori quali Roberto Abbado, Gary Bertini, Myung-Whun Chung, Vladimir Fedoseyev, Daniele Gatti e Gianandrea Noseda oltre che Accademico di Santa Cecilia, insegnante al Mozarteum di Salisburgo e docente presso l’Accademia di Musica di Pinerolo. Con lui sul palco Massimo Quarta, anch’egli Accademico di Santa Cecilia, noto sia per la sua intensa attività solistica che gli riserva un posto d’onore tra i piÙ insigni violinisti, che per essere stato direttore di numerose orchestre di grande prestigio, come la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Filarmonica di Malaga, i Berliner Symphoniker.

Seguono per MOVIMENTI, sempre nella sala concerti dell’Accademia di Musica alle 20: Klezmerata fiorentina (martedì 22 giugno) | Irvine Arditti, Gianluca Pirisi e Roberta Pandolfi (mercoledì 7 luglio).

A causa della capienza ridotta della sala in seguito alle misure per il contenimento della pandemia da Covid-19, al fine di poter garantire la sicurezza e la salute di tutti, l’accesso ai concerti è possibile solo con mascherina chirurgica o Ffp2 e la prenotazione è obbligatoria (noemi.dagostino@accademiadimusica.it | Tel. 0121-321040). Prima dell’accesso alla sala concerti sarà effettuata, dal personale addetto, la misurazione della temperatura. Il concerto si terrà nel pieno rispetto delle norme per il contenimento della pandemia da Covid-19. Il posto è garantito fino a cinque minuti prima dell’inizio del concerto musicale.

L’attività concertistica dell’Accademia di Musica è realizzata con il contributo di Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore), Regione Piemonte, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il contributo e il patrocinio di Città di Pinerolo, con il patrocinio della Città metropolitana di Torino. Un ringraziamento particolare va alla Firad – Diesel Fuel Injection per il concerto del 30 maggio.

IL CONCERTO

“CORDE DOPPIE”

Lunedì 14 giugno | ore 20 | Accademia di Musica
Pietro De Maria (pianoforte)
Massimo Quarta (violino)

JOHANNES BRAHMS

Sonata n. 1 in sol maggiore per violino e pianoforte, op. 78
Sonata n. 2 in la maggiore per violino e pianoforte, op. 100
Sonata n. 3 in re minore per violino e pianoforte, op. 108

GLI ARTISTI

Massimo Quarta

Pietro De Maria e Massimo Quarta, due artisti la cui esperienza si distingue ad altissimo livello fra l’attività concertistica e quella didattica, ci conducono in un percorso intimo della sfera compositiva brahmsiana proiettato verso l’innovazione. Alla base delle tre sonate per violino e pianoforte sta l’abilità di Brahms nell’aprire le forme classiche ai nuovi orizzonti.

Se Schönberg lo definiva “il grande innovatore nella sfera del linguaggio musicale”, Brahms dal canto suo sentiva fortemente l’eredità di Schubert e Beethoven nella musica da camera e si adoperava a rigenerarla per il secolo successivo. Egli pubblicò solo tre Sonate per violino e pianoforte – ne compose altre tre non pubblicate ed oggi perdute – ma il suo catalogo comprende altre composizioni che vedono impiegati i due strumenti, una combinazione che sicuramente sentiva vicina per l’affinità con le atmosfere del Lied.

L’elemento base delle sua poetica, costante in tutta la sua produzione, dalla cameristica alla sinfonica, è quel senso intimo, tenero, sentimentale e dolcemente affettuoso proprio del canto. Le parole che Clara Schumann entusiasta scriveva a Brahms dopo aver letto la prima delle tre sonate, ci restituiscono la trama generale di questi lavori: “Queste righe per farti sapere quanto mi ha commosso la tua nuova Sonata…quando sono giunta al terzo tempo, con la mia melodia preferita…il cuore batteva forte”.

La melodia così emozionante è forse quella che Brahms riprende dal proprio Regenlied (canzone della pioggia), composto qualche anno prima.

Pietro De Maria

BIGLIETTI SINGOLI

 

INTERO: 10 euro.

 

RIDOTTI: Card Giovani Comune Pinerolo, Studenti dell’Istituto Musicale Corelli e del Conservatorio, under 25: 5 euro.

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here