IL PINEROLESE PROTAGONISTA AL “GLOCAL FILM FESTIVAL”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA “PIEMONTE MOVIE”

TORINO – Dopo l’anno della maggiore età, per il Glocal Film Festival è il momento della 19a edizione e con esso, dal 12 fino al 16 marzo, la cinematografia piemontese sarà nuovamente protagonista al Cinema Massimo MNC di Torino.

Negli anni il Glocal ha dato visibilità al cinema “di casa nostra”, contribuendo a dare il giusto spazio a quei film che nel loro percorso hanno incrociato il Piemonte, grazie ai molti professionisti che operano nel dinamico panorama regionale, alle case di produzione sempre più attive e alle numerose e variegate location capaci di soddisfare esigenze artistiche e pratiche.

Ideato dall’Associazione Piemonte Movie, da anni attiva sul territorio regionale promuovendo i prodotti della cinematografia locale, il 19° Glocal Film Festival è realizzato con il contributo di Regione Piemonte, Fondazione CRT e il patrocinio di Città di Torino, Città Metropolitana di Torino, Rai Teche, e il supporto di Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema – Torino Film Festival, Centro di produzione Rai di Torino e Rai. Museo della Radio e della Televisione. L’iniziativa fa parte di Torino Città del Cinema 2020. Un film lungo un anno. Il progetto è realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da Ministero dell’Istruzione e MIBACT.

In cinque giorni, il 19° Glocal Film Festival propone 50 titoli tra cui i sei documentari del concorso “Panoramica Doc” e i venti film brevi dello storico contest per cortometraggi “Spazio Piemonte”; oltre a proiezioni ed eventi arricchiti da ospiti come Fabrizio Bentivoglio, attore che presta la voce a Giovanni Pastrone nel film d’apertura; Gianluca Maria Tavarelli a cui sarà dedicato l’omaggio di quest’edizione e che sarà insignito del Premio “Riserva Carlo Alberto”, Paolo Beldì regista di innumerevoli trasmissioni televisive dagli anni ’80 a oggi, per l’appuntamento speciale dedicato a cinema e tv; la giovane attrice Marina Occhionero, a cui andrà il Premio Prospettiva; e Oria Conforti, Diego Novelli, Sergio Ariotti e Mia Santanera per la serata dedicata a “La Ragazza di Via Millelire” di Gianni Serra. Inoltre, Giuseppe Liotti, storyboard artist dei film di Matteo Garrone, terrà due giorni di sessioni teoriche e pratiche con la Masterclass “Disegnare il cinema”; avremo in sala anche i rappresentanti dei vari festival gemellati con il Glocal per i focus a loro riservati.

Le parole del Direttore Artistico del Glocal Film Festival Gabriele Diverio: “Stiamo vivendo un momento difficile, pieno di incertezze e di timori, e siamo naturalmente molto dispiaciuti per tutte le realtà culturali messe a dura prova dal blocco delle attività. Non vogliamo sottovalutare ciò che sta accadendo e siamo consapevoli che il rischio di una proroga sia alto. Oggi però vogliamo presentarvi lo stesso la 19ª edizione del nostro festival, perché ci sembra giusto farlo. Siamo convinti che, tra tante paure, possa essere d’aiuto qualche certezza. La certezza è un gruppo di lavoro che ha messo a punto e perfezionato questa edizione nell’arco dell’ultimo anno; la certezza è la rete di collaborazioni che è stata messa in piedi e i film che sono stati selezionati pensando al nostro pubblico; la certezza è sapere che finché non ci verrà comunicato il contrario, ci prepareremo al meglio per far sì che il 12 marzo si possa inaugurare con “Pastrone” di Lorenzo De Nicola, un evento dedicato a tutta la città, nell’anno di Torino Città del Cinema 2020. Siamo pronti ad andare in scena e vogliamo fare festa con gli amici e tutti gli appassionati di cinema. Se non sarà possibile, sapremo di non aver lasciato nulla di intentato”.

APERTURA | Pastrone di Lorenzo De Nicola

Giovedì 12 marzo, la serata di apertura nella Sala Cabiria del Cinema Massimo MNC avrà un significato ancora più speciale grazie alla proiezione di “Pastrone” di Lorenzo De Nicola, documentario sul regista e massimo esponente del cinema muto italiano e internazionale Giovanni Pastrone, impersonificazione stessa della settima arte piemontese e legato al suo più grande successo, il colossal del 1914 “Cabiria”.

In occasione della prima proiezione cittadina, saranno ospiti l’attore Fabrizio Bentivoglio, che nel documentario darà la voce proprio a Pastrone e il regista Lorenzo De Nicola, che con il suo lavoro, realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte Doc Film Fund 2018, ha voluto restituire tutte le sfaccettature dell’incontenibile sperimentatore che è stato Pastrone.

CONCORSI, PANORAMICA DOC E SPAZIO PIEMONTE

Le sezioni competitive “Panoramica Doc” e “Spazio Piemonte” sono da sempre il cuore del Glocal Film Festival e cartina tornasole della produttività locale in ambito cinematografico. I film in gara, rispettivamente documentari e cortometraggi selezionati tra i migliori realizzati nell’ultimo anno da registi o case di produzione piemontesi, oppure girati in location della regione, si contenderanno i premi delle due categorie, rappresentati da una versione del Torèt, simbolo della città di Torino, realizzata appositamente per il Festival da I Love Toret.

I sei documentari finalisti di “Panoramica Doc 2020”, sono stati scelti tra 31 lavori dai curatori Gabriele Diverio, Maurizio Fedele e Carlo Griseri che ne hanno valutato la qualità e la capacità di raccontare, con un occhio di riguardo alle produzioni indipendenti. Due titoli arrivano direttamente al Glocal in anteprima assoluta, mentre altri tre avranno proprio qui la loro prima regionale.

“Panoramica Doc” racconta quest’anno storie personali che racchiudono e portano alla luce questioni di interesse collettivo, che spaziano da temi estremamente attuali come inclusione, omofobia e discriminazione, ad argomenti economici e sociali che riguardano quartieri e comunità, città e regioni, fino a volgere lo sguardo oltre ogni confine.

“Moka Noir: a Omegna non si beve più caffè” di Erik Bernasconi (anteprima regionale venerdì 13 alle ore 20): è un’indagine sul declino e la fine del florido distretto industriale del casalingo nato nel secolo scorso intorno alla cittadina piemontese di Omegna, sul lago d’Orta e allarga
inevitabilmente il discorso al momento sociopolitico ed economico attuale dell’Occidente.

“Aurora” di Giuseppe Bisceglia (anteprima assoluta venerdì 13 alle ore 22): racconta quattro vicende di ordinaria periferia urbana nell’omonimo quartiere torinese in forte trasformazione.

“Star Stuff”: suggestivo documentario del giovane Milad Tangshir con il sound design di Vito Martinelli, ci porta negli angoli più remoti del pianeta in un viaggio alla scoperta di tre osservatori astronomici e delle comunità che vicino a essi vivono offrendo spunti di riflessione sul nostro rapporto con la terra e con gli altri (sabato 14 alle ore 17.30).

Partendo dalla storia di Lydia, al secolo Miguel, e del primo Pride di Asti, che lo scorso 6 luglio ha richiamato più di 8.000 persone, il regista astigiano Gino Caron, vincitore del Premio Torèt Miglior Cortometraggio al Glocal 2019, ha realizzato “Essere Lydia” (anteprima assoluta sabato 14 alle ore 20), suo primo documentario in cui pubblico e privato si intrecciano tra violenza, lotta e amore.

Kebba, James, Edward, Seedia, Lamin e Joseph sono invece i protagonisti di “Ghiaccio” (anteprima regionale sabato 14 alle ore 21.30), opera prima di Tomaso Clavarino girata a Pinerolo e in Val Pellice con le musiche di Paolo Spaccamonti, che mostra come questi sei giovani richiedenti asilo fuggiti dall’Africa e arrivati in Val Pellice, hanno trovato un motivo di riscatto e speranza nel curling.

Infine “Medium” (anteprima regionale lunedì 16 alle ore 18.30) si addentra nei territori dell’invisibile, da sempre tema principale della ricerca artistica e personale della regista Laura Cini, che qui segue l’incontro tra due persone e Tarika, medium che dà loro la possibilità di confrontarsi con la perdita dei loro cari e con la loro stessa esistenza.

Quattro dei film selezionati sono frutto di storiche case di produzione locali come Rossofuoco e Zenit Arti Audiovisive, o di realtà in crescita come Actingout ed Epica Film; tutte e quattro
sostenute per questi progetti dal Doc Film Fund di Film Commission Torino Piemonte.

Arrivano al Glocal, nella sezione “Spazio Piemonte”, i venti cortometraggi scelti dal pubblico e dalle curatrici del concorso Chiara Pellegrini e Roberta Pozza tra i 94 iscritti quest’anno al concorso riservato alle opere brevi piemontesi. Come dimostrano i venti finalisti in gara, il formato del cortometraggio può essere il primo passo nel mondo del cinema o un grande sforzo produttivo che punta a festival internazionali, la misura più efficace per rappresentare personaggi, luoghi e situazioni o lo strumento più immediato per raccontarsi.

Qualunque sia lo stimolo che muove la sempre prolifica produzione di film brevi in questa regione, ogni anno “Spazio Piemonte” si conferma il terreno più fertile dove intercettare
tendenze creative e futuri professionisti, sperimentazioni tecniche e necessità espressive.

IL PROGRAMMA COMPLETO

APERTURA | Giovedì 12 marzo

Proiezione di “Pastrone” di Lorenzo De Nicola.
Ospiti in sala il regista e l’attore Fabrizio Bentivoglio.

2 SEZIONI COMPETITIVE

PANORAMICA DOC | 6 documentari per due anteprime assolute e tre anteprime regionali.

SPAZIO PIEMONTE | 20 cortometraggi.

OMAGGIO A GIANLUCA MARIA TAVARELLI | Venerdì 13 e lunedì 16 marzo
Proiezione di “Qui non è il paradiso, Portavi via” e “Un amore”.
Conferimento del Premio “Riserva Carlo Alberto” al regista.

2 EVENTI

CINEMA & TV | Incontro con PAOLO BELDÌ
Incontro con uno dei registi più innovativi e prolifici della nostra televisione.

PREMIO PROSPETTIVA | Incontro con l’attrice Marina Occhionero.
Conferimento del premio alla giovane attrice astigiana.

PROIEZIONE SPECIALE

“La ragazza di via Millelire” di Gianni Serra.

ABC GLOCAL

MASTERCLASS | Disegnare il cinema – storyboard cinematografico con Giuseppe Liotti.
TORINO FACTORY | 3ª edizione del glocal video & lab contest per filmmaker Under 30.

8 FOCUS con festival e realtà gemellate

  • Alessandria Film Festival.
  • Coorpi.
  • Corto e Fieno – Rural Film Festival.
  • Lovers Film Festival.
  • Muuh Film Festival.
  • Seeyousound International Music Film Festival.
  • Skepto International Film Festival.
  • TOHorror Fantastic Film Fest.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here