A PINEROLO LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO SULL’ORIGINE DELLE FIABE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di THOMAS ZANOTTI

PINEROLO – Che cosa sono le fiabe? Perché riescono a far presa con tale forza sull’immaginazione di tutti noi? Queste narrazioni che la società moderna ha rinchiuso nella stanza dei bambini sono molto più antiche di quello che possiamo immaginare. Sono ciò che rimane di antichi miti precristiani diffusi in Europa durante l’antichità e il Medioevo.

Sopravvissute agli stessi popoli che le avevano generate, le fiabe vennero censurate ed epurate dalla cultura borghese benpensante trasformandole in “semplici” racconti per l’infanzia. La società moderna ha dimenticato le sue radici e le fiabe rappresentano gli ultimi frammenti di quel mondo dimenticato.

Fiabe famose come Biancaneve e i Sette Nani o Cappuccetto Rosso, se analizzate attentamente, ci svelano miti originari e arcaici che narrano di regine malvagie capaci di sacrificare la propria figlia per raggiungere l’immortalità o ci mostrano il volto meraviglioso e terribile della dea della foresta. Le fiabe ci incantano perché ritroviamo in esse i frammenti della nostra stessa anima, frammenti che ritenevamo perduti e che si risvegliano appena iniziamo a leggere “C’era una volta”.

Sul mondo delle fiabe verrà presentato il libro scritto da Paolo Battistel intitolato “La vera origine delle fiabe. Gli ultimi frammenti di un mondo perduto” edito da Unoeditori. L’appuntamento si terrà presso il Mondadori Bookstore di Pinerolo in piazza Luigi Barbieri alle ore 18.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here