SCI DI FONDO, GRANDE SUCCESSO A PRAGELATO CON LA OPA CUP

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla FISI AOC

PRAGELATO – È stato un grande successo la tappa di OPA Cup, che ha segnato il ritorno dello sci di fondo internazionale a Pragelato. Tanti gli attestati di stima ricevuti dagli organizzatori da parte di atleti, tecnici e dirigenti internazionali. Un’organizzazione degna di una Coppa del Mondo, con tanto di diretta video, che ha permesso agli appassionati di seguire le gare direttamente da casa.

Una bella gioia per la Pragelato Races è arrivata anche da uno dei piemontesi in gara, Lorenzo Romano, ospitato sulle piste olimpiche la scorsa settimana, insieme a Daniele Serra, dagli organizzatori e l’Amministrazione Comunale di Pragelato, capace di ottenere proprio nella gara di casa il suo miglior risultato in carriera in questa competizione, concludendo al quarto posto la 10 km in skating senior, migliorando così la quinta piazza ottenuta soltanto sabato nella mass start in classico di 30 km. Il carabiniere di Demonte (Cuneo) ha mancato il podio per appena 1″2, beffato di un soffio dal sorprendente svizzero Pralong, che ha sfruttato al meglio la maggior freschezza nelle gambe, non avendo gareggiato il giorno precedente. Romano ha così ricevuto anche il premio come miglior Under 23 all’arrivo. La vittoria assoluta è andata al francese Tiberghien, che si è imposto davanti al connazionale Arnault. Non lontano dalla top ten un buon Daniele Serra (Esercito), che ha fatto registrare il dodicesimo tempo, dopo aver chiuso sesto la mass start in classico. 46ª posizione finale per l’altro piemontese in gara, Alberto Piasco, dello Sci Club Valle Stura. Nessuna piemontese al via, invece, della gara senior femminile, andata alla canadese Katherine Stewart-Jones, davanti a Elisa Brocard e l’altra canadese Dahria Beatty.

Ancora una buona prestazione di Elisa Sordello nella 5 km Junior femminile. La fondista dello Sci Club Entracque Alpi Marittime ha concluso al 20° posto, staccata di 1’26”6 dalla svizzera Anja Weber, vincitrice davanti alle tedesche Lisa Lohmann e Amelie Hofmann. La fondista del Comitato Alpi Occidentali è anche la settima italiana. Più indietro le altre piemontesi in gara: 43ª Giorgia Salvagno (Valle Pesio) e 44ª Elisa Gallo (Alpi Marittime). Nella Junior maschile buonissima prova di Martino Carollo (Alpi Marittime), classe 2003, primo Under 18 all’arrivo con il suo 23° posto. 37ª posizione per un altro atleta molto giovane, Samuele Giraudo (Valle Stura). Più indietro gli altri piemontesi in gara: 50° Lorenzo Castoldi (Alpi Marittime), 56° Lorenzo Menusan (Sestriere), 58° Nicolò Garcia (Sestriere), 70° Simone Negrin (Prali), 78° Andrea Gastaldi (Valle Pesio), 85° Raoul Bertalotto (Sestriere), 87° Giacomo Alifredi (Prali) e 88° Filippo Tranchero (Valle Pesio).

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here