PEROSA ARGENTINA, INCONTRO SULLA TUTELA DEI MINORI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla DIACONIA VALDESE

PEROSA ARGENTINA – A partire dalle ore 9 fino alle 17 di sabato 9 novembre è in programma a Perosa Argentina il convegno dal titolo “La tutela dei minori e il ruolo della scuola nella rete dei servizi – Condividere competenze ed esperienze per crescere in consapevolezza ed efficacia”. L’appuntamento è organizzato dall’Istituto Comprensivo “C. Gouthier” di Perosa Argentina, con la collaborazione dell’Unione Montana dei Comuni Valli Chisone e Germanasca, del Coordinamento Opere Valli della Diaconia Valdese, dall’Asl To3 e dal Comune di Perosa Argentina.

Una giornata per condividere buone pratiche, esperienze e competenze in merito alla tutela e alla cura dei minori, a livello multidisciplinare. Per ragionare sulla scuola come elemento di una rete territoriale e di una comunità locale, al cui centro ci sono il minore e i suoi diritti. Per illuminare gli angoli bui di una complessità sempre più articolata, per imparare a cogliere i segnali di disagio e affrontarlo in un’ottica sistemica.

La giornata si articolerà in due momenti distinti: la mattina frontale e il pomeriggio interattivo con quattro workshop. Si inizia alle 9 al Teatro Piemont di Perosa Argentina con i saluti ufficiali a cura di Giuliana Massaro (dirigente scolastico dell’I.C. “C. Gouthier”), Marco Ventre (Presidente dell’Unione Montana dei Comuni Valli Chisone e Germanasca e Nadia Brunetto (Sindaca del Comune di Perosa Argentina).

A dare il via ai lavori è Tiziana Alchera (responsabile dei Servizi Sociali dell’Unione Valli Chisone e Germanasca, con l’intervento “Comunità locale e diritti di cittadinanza dei minori” al quale segue alle 10.30 “La comunità educante” di Anna Maria Baldelli (Sostituto Procuratore Generale presso
la Corte d’Appello di Torino). Successivamente è il momento di Paolo Negro (S.C. Neuropsichiatria Infantile Asl To3) ed Elisa Badino (S.C. Psicologia-S.S Psicologia Età Evolutiva Asl To3) con l’intervento “La rete con i servizi sanitari nella tutela del minore: indicazioni cliniche e riflessione sulle emozioni”. A chiudere la mattina alle 12.15 il pedagogista Filippo Furioso con “Sinergie per irrobustirsi: da “da soli non ce la si può fare”, a “da soli non si deve fare”.


Dopo la pausa pranzo dalle 13 alle 14.30 i lavori proseguiranno fino alle 17 presso i locali della Scuola secondaria di primo grado di Perosa Argentina in piazza Europa con quattro diversi workshop:

  • “Il ruolo degli adulti per la tutela dei diritti di cittadinanza dei minori”. condotto da Tiziana Alchera.
  • “Discussione partecipata di un caso clinico con attenzione agli aspetti procedurali e agli aspetti emotivi, un caso di un bambino della scuola primaria”. Condotto da Paolo Negro.
  • “Discussione partecipata di un caso clinico con attenzione agli aspetti procedurali e agli aspetti emotivi, un caso di un preadolescente della scuola secondaria”. Condotto da Elisa Badino.
  • “Affrontare casi complessi nel sistema scuola, una simulazione operativa”. Condotto da Eleonora Gonin e Sofia Vineis.

La tutela dei cittadini più giovani – dichiara Marco Ventre, Presidente dell’Unione Montana Valli Chisone e Germanasca – è una funzione fondamentale all’interno di una comunità locale consapevole, di cui tutti e in primo luogo le Istituzioni devono assumersi la responsabilità. Per questo motivo l’Unione ha collaborato con l’Istituto Comprensivo Gouthier di Perosa Argentina all’organizzazione e alla promozione del convegno e sostiene qualunque iniziativa finalizzata alla tutela dei diritti di cittadinanza dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze“.

L’ingresso al convegno è libero e gratuito con iscrizione obbligatoria fino ad esaurimento posti scrivendo un e-mail all’indirizzo a sofia.vineis@gmail.com. L’iscrizione ai workshop verrà effettuata all’atto della registrazione dei partecipanti. Inoltre ai partecipanti verrà rilasciato l’attestato valido per il personale docente della scuola ai fini della formazione. Per maggiori informazioni, contattare il numero telefonico 349-6722434.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here