OMICIDIO DI PINASCA, ARRESTATO L’ASSASSINO IN FUGA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

VIDEO / OMICIDIO DI PINASCA, ARRESTATO L’ASSASSINO IN FUGAhttps://www.pinerolo.news/2019/10/19/omicidio-di-pinasca-arrestato-lassassino-in-fuga/

Pubblicato da Pinerolo News su Sabato 19 ottobre 2019

PINASCA – Posti di blocco, ricerche nei boschi con unità cinofile, elicottero in sorvolo sulla zona, questo è il dispositivo messo in campo dai carabinieri durante tutta la notte per rintracciare l’autore delle efferato omicidio avvenuto venerdì pomeriggio a Pinasca.

Arrestato: Stefano BAROTTO, 69 anni, RESIDENTE PINASCA (TO) BORGATA CASE SPARSE FORTE CONIUGATO, MURATORE

Alla fine, l’uomo in fuga, stremato infreddolito e senza possibilità di scappare, perchè da oltre 60 carabinieri, si è fatto trovare disarmato nei pressi della propria abitazione, già presidiata a distanza da personale in borghese del nucleo investigativo del comando provinciale di Torino.

I carabinieri, prima di intervenire, hanno aspettato per ragioni di sicurezza che l’uomo uscisse dalla casa senza <img src=”https://www.pinerolo.news/wp-content/uploads/2019/10/carabinieri.jpg” class=”size-full”>

PINASCA – Posti di blocco, ricerche nei boschi con unità cinofile, elicottero in sorvolo sulla zona, questo è il dispositivo messo in campo dai carabinieri durante tutta la notte per rintracciare l’autore delle efferato omicidio avvenuto venerdì pomeriggio a Pinasca.

L’arrestato si chiama Stefano Barotto, 69 anni, muratore residente a Pinasca.

Alla fine, l’uomo in fuga era stremato, infreddolito e senza possibilità di scappare. Braccato da oltre 60 carabinieri, si è fatto trovare disarmato nei pressi della propria abitazione, già presidiata a distanza da personale in borghese del nucleo investigativo del comando provinciale di Torino.

I carabinieri, prima di intervenire, hanno aspettato per ragioni di sicurezza che l’uomo uscisse dalla casa senza armi e a quel punto lo hanno bloccato.armi e a quel punto lo hanno bloccato.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here