PINEROLO, IL PROGETTO ENERGHEIA DI ACEA ESEMPIO DI “BUONA PRATICA” A LIVELLO NAZIONALE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DI ACEA PINEROLESE

PINEROLO – L’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro (UPSL Pinerolo) è in questi mesi impegnato a lavorare sulle linee indicate dall’Instrumentum Laboris contenente le linee di preparazione verso la 49ª Settimana Sociale dei Cattolici Italiani che si terrà dal 21 fino al 24 ottobre in Puglia a Taranto con la partecipazione di tutte le Diocesi italiane e di esperti nazionali e internazionali oltre che di membri del governo: un impegno volto a sostenere il territorio attraverso l’impegno per le buone pratiche e il dialogo sociale che possa andare oltre l’appuntamento nazionale anche attraverso l’avvio dei “Laboratori dei Racconti” delle stesse buone pratiche da mettere in relazione attraverso un’assemblea dei racconti seguendo le indicazioni del Vescovo.

In questa cornice si pone la collaborazione con Acea Pinerolese Energia, eccellenza di economia sociale con le sue iniziative correlate alla transizione energetica, una delle quali è il Progetto Energheia, portato avanti con la collaborazione degli importanti partner Tecnozenith e l’Energy Center del Politecnico di Torino.

Un progetto che sta contribuendo a diffondere in Italia la costituzione di comunità energetiche condominiali e l’autoconsumo collettivo come svolta per favorire l’inclusione sociale e la solidarietà, contrastare la povertà energetica e dare un impulso notevole alla diffusione delle energie rinnovabili come strumento di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Dopo aver agevolato le relazioni che hanno portato tale buona pratica pinerolese ad essere premiata al Festival Nazionale dell’Economia Civile a Firenze come “Ambasciatrice Nazionale dell’Economia Civile” l’ufficio diocesano esprime grande soddisfazione perché essa, segnalata per la Settimana Sociale, sarà tra le quattro che verranno presentate in presenza a Taranto venerdì 22 ottobre nell’ambito del dialogo su “Le buone pratiche costruiscono il pianeta che vogliamo”.

Durante quello che è il più importante evento della Chiesa Italiana, che si pone anche nel cammino sinodale, aperto alla riflessione sul futuro sociale, economico, ambientale, si tenterà di porsi in questo mondo con quella spiritualità da “custodi” come indicato nell’ultima lettera pastorale, “Brindiamo?” del nostro Vescovo, Mons. Derio Olivero, che richiama l’Enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco.

Dell’esperienza tarantina sarà fatta una cronaca sui social dell’UPSL e verrà organizzata una conferenza di restituzione di questo momento che mette il territorio pinerolese, una sua significativa realtà, come confronto e incentivo a fare squadra ricordando, come fa l’hashtag della Settimana Sociale, che #tuttoèconnesso.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here