TETTI IN ALLUMINIO DI PREFA: DOGHE FORTI ED ELEGANTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BOLZANO – Abbiamo tutti passato un periodo molto difficile, ma in realtà PREFA non si è mai fermato. “Abbiamo cercato di fare il possibile ai tempi del lockdown e ora siamo ripartiti ancora più forti di prima – spiegano dall’azienda austriaca presente sul mercato europeo in 22 Paesi, leader nel settore delle coperture e rivestimenti architettonici per facciate in alluminio con una gamma di 4.000 prodotti di altissima qualità – il nostro ufficio è reperibile dal lunedì al venerdì e i nostri consulenti tecnici sono tornati operativi e sono a vostra disposizione. Tutti i nostri servizi sono attivi e a vostro supporto!”.

I rivestimenti PREFA si fanno notare per la loro resistenza e affidabilità, senza rinunciare a ricercati tocchi di eleganza: ne sono un esempio le doghe Prefa per un complesso residenziale a Padova.

Linearità è la parola d’ordine

I quattro edifici del complesso residenziale realizzato a Padova sono disposti in maniera ordinata intorno ad una grande piazza verde, che dona un accento naturale e arioso allo spazio urbano. I corpi costruttivi, dalle forme architettoniche ampie e lineari, si elevano per 5 piani fuori terra. Il colore bianco panna che caratterizza le facciate e tutti gli elementi di chiusura come i parapetti dei balconi e le tapparelle, domina l’estetica dei palazzi, creando un’armonica dialettica con le tonalità nel marrone delle cortine avanzate che avvolgono i balconi. La configurazione formale di tali elementi disegna sofisticate dicotomie di vuoti e pieni sulle facciate.
Per il rivestimento di queste originali strutture sono state scelte le Doghe in alluminio PREFA, selezionate per la loro perfetta planarità, robustezza e leggerezza. Una delle richieste architettoniche più stringenti è stata quella di realizzare un rivestimento privo di fissaggi a vista. Per raggiungere questo obiettivo, piuttosto impegnativo nel nodo delle imbotti, è stata necessaria tutta la maestria e l’esperienza dei maestri lattonieri della Monetti Group, a cui è stata affidata l’opera. Infatti, realizzare una lattoneria ad incastro, che risulti perfettamente planare, richiede uno sforzo di estrema precisione e ottima manualità. Per velocizzare il lavoro in opera sui tagli e sulle giunzioni delle doghe PREFA, i lattonieri veneti della Monetti Group hanno messo a punto una piegatrice manuale realizzata in esclusiva per questo cantiere.

Una scelta ponderata

In fase preliminare, sono stati valutati diverse tipologie di materiali per il rivestimento dei 1600 mq di superficie di queste cortine: il fibrocemento, risultato troppo pesante e difficile da gestire in cantiere oltre a presentare una posa a fughe aperte che offriva minori garanzie di protezione dalla pioggia; stessa cosa dicasi per i pannelli compositi anche se essi rispondevano in pieno al requisito di planarità. Alla fine la scelta è ricaduta sulle doghe in alluminio PREFA, con montaggio ad incastro, che costituiscono una efficace barriera alla pioggia, oltre a risultare estremamente resistenti agli urti, alla forza di trazione del vento e alla grandine.
Inoltre, l’alluminio PREFA, oltre ad emergere nel confronto tecnico prestazionale, è risultato in linea con i budget previsti, con una posa in opera meno onerosa rispetto alle alternative.

Produzione su misura per spessori maggiorati

Un altro dei requisiti richiesti ai rivestimenti per questa opera era l’elevata resistenza alle intemperie. Per dare una risposta eccellente a tale esigenza, l’azienda Prefa ha realizzato tutte le doghe in spessore 1,2 mm, assicurando al tempo stesso una perfetta planarità delle superfici in virtù delle grandi dimensioni delle specchiature da rivestire. L’affidabilità delle performance di resistenza agli urti delle Doghe PREFA ottenute grazie allo spessore maggiorato e al contributo del particolare profilo d’incastro che irrigidisce la superficie delle doghe stesse, è già stata riscontrata in opera, in seguito a violente grandinate che hanno colpito gli edifici a lavoro ultimato, senza riportare nessun danno sulle superfici.

Anche la verniciatura ha il suo valore aggiunto

Molto apprezzata anche la tonalità opaca del marrone P.10 scelta per questo progetto. L’opacità della verniciatura evita la rifrazione della luce diretta del sole e dunque fastidiosi riverberi. Le doghe di rivestimento PREFA sono state installate in orizzontale, seguendo l’andamento delle aperture di cui richiamano la geometria allungata. Il fissaggio a scomparsa che sfrutta un esclusivo sistema ad incastro maschio – femmina garantisce un’estetica elegante e l’assenza di fissaggi a vista. L’elevata qualità dell’alluminio PREFA permette all’azienda di garantire il materiale per 40 anni contro rottura, corrosione (ruggine) e congelamento, garanzia estesa anche sulla verniciatura contro scheggiatura e formazione di bolle sui rivestimenti, per le colorazioni della gamma PREFA P.10.

Prefa
Consulente tecnico Piemonte (To/Cn): ANTONIO IANNETTI
Cell: 334 9098471
Mail: antonio.iannetti@prefa.com
www.prefa.com

(Informazione pubblicitaria a cura della New Press)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here