A VILLAR PEROSA SI SPERIMENTA IL CAFFÈ ALZHEIMER

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI VILLAR PEROSA

VILLAR PEROSA – Prosegue il percorso verso il riconoscimento del Comune di Villar Perosa come “Comunità Amica delle Persone con Demenza” con un appuntamento che riprende un format sperimentato e di successo. Si tratta del Caffè Alzheimer che da oltre sei anni il Rifugio Re Carlo Alberto della Diaconia Valdese propone a Pinerolo.

La solitudine, il bisogno di confrontarsi, di capire i sintomi e attivare tutti i processi che possono portare a rallentare la malattia e aiutare chi assiste il malato. Queste le motivazioni che hanno spinto a voler organizzare un appuntamento del Caffè Alzheimer anche a Villar Perosa in programma giovedì 13 febbraio dalle ore 14.30 fino alle 17 presso l’Oratorio Maschile di via Puccini.

Due gli interventi previsti: Mara Cirigliano, neuropsicologa e psicoterapeuta della Diaconia
Valdese che si sofferma sul tema della demenza in senso lato e Laura Bina, assistente sociale
dell’Unione Montana Valli Chisone e Germanasca, che pone l’accento sul ruolo dell’assistente
sociale, risorsa e opportunità, fianco a fianco delle persone con demenza e dei loro familiari. Ad introdurre il pomeriggio, Marcello Galetti, Direttore del Rifugio Re Carlo Alberto e a fine
dell’incontro ci sarà un momento di condivisione e a seguire un piccolo buffet.

Il Caffè Alzheimer è un luogo dove è possibile parlare, raccontarsi, ascoltarsi, avere informazioni sulle demenze e sull’Alzheimer. La partecipazione, gratuita ed aperta a tutti, è prevista congiunta, sia per persone con demenza sia per chi se ne prende cura, o anche per il solo familiare.

Non è necessario prenotare: chi è interessato può presentarsi durante l’orario di apertura. Per maggiori informazioni, è possibile telefonare ai seguenti numeri: 339-8276979 oppure 349-3626321. L’appuntamento di giovedì 13 febbraio persegue l’obiettivo del progetto “Comunità Amica delle Persone con Demenza” che è di programmare una serie di attività, azioni e formazioni mirate a sensibilizzare cittadini, enti, associazioni, esercizi pubblici, banche, uffici e tutte le realtà che compongono il tessuto cittadino, al fine di rendere il paese un luogo capace di “ascoltare, accogliere, comprendere, coinvolgere le persone con demenza”.

PER SAPERNE DI PIÙ

Il progetto “Comunità Amica delle Persone con Demenza” è basato su un protocollo messo a punto in Gran Bretagna dall’Alzheimer’s Society, pioniera dell’organizzazione di Dementia Friendly Community in Europa, che ha scelto la Federazione Alzheimer come interlocutore unico per l’Italia. In quest’ottica il Rifugio Re Carlo Alberto della Diaconia Valdese ha lavorato a Luserna San Giovanni e Torre Pellice, costruendo un percorso di informazione e formazione rivolto a commercianti, banche, servizi, scuole, chiese enti e associazioni.

Un percorso che, nel mese di aprile del 2017 ha permesso alla Val Pellice di ottenere il riconoscimento “Dementia Friendly Community” quale territorio “amichevole alle persone con demenza”. Un percorso che il Rifugio Re Carlo Alberto sta portando avanti, in qualità di consulente, anche sui Comuni di Pinerolo e Villar Perosa, che hanno deciso di impegnarsi nel cammino per aggiungersi alle città e paesi italiani che, secondo le azioni indicate dalla Federazione Alzheimer Italia, affrontano un percorso di sensibilizzazione sul tema dell’Alzheimer, mettendo al centro la persona affetta da demenza, patologia che colpisce oltre un milione di persone in Italia. Strumento principe per far sì che ciò avvenga è la conoscenza della malattia, unico modo per ridurre il pregiudizio sociale e l’emarginazione dei malati e dei loro familiari.

I NUMERI DELLA DEMENZA IN ITALIA E NEL MONDO

Nel mondo si stima che siano 46,8 milioni le persone affette da una forma di demenza, cifra
destinata quasi a raddoppiare ogni vent’anni. I nuovi casi di demenza sono ogni anno oltre 9,9 milioni, cioè un nuovo caso ogni 3,2 secondi.

In Italia si stima che la demenza colpisca 1.241.000 persone (che diventeranno 1.609.000 nel 2030 e 2.272.000 nel 2050). I costi ammontano a 37.6 miliardi di euro. (fonte: Rapporto Mondiale Alzheimer 2015, Alzheimer’s Deasease International).

DEFINIZIONE DI ALZHEIMER E DI DEMENZA

Demenza è un termine usato per descrivere diverse malattie che comportano l’alterazione
progressiva di alcune funzioni (memoria, pensiero, ragionamento, linguaggio, orientamento,
personalità e comportamento) di severità tale da interferire con gli atti quotidiani della vita. La
demenza non ha confini sociali, economici, etnici o geografici.

La malattia di Alzheimer è la più comune causa di demenza (rappresenta il 60% di tutti i casi). È un processo degenerativo che colpisce progressivamente le cellule cerebrali, provocando quell’insieme di sintomi che va sotto il nome di “demenza”, cioè il declino progressivo e globale delle funzioni cognitive e il deterioramento della personalità e della vita di relazione.

Per maggiori informazioni contattare l’Assessorato Ambiente e Territorio del Comune di Villar Perosa al numero telefonico 349-3626321 oppure visitare la pagina Facebook “Villar Perosa, la terra degli Agnelli”. Per eventuali approfondimenti sul tema si può consultare il sito www.alzheimer.it.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here