I DISAGI PER GLI STUDENTI DI PRAGELATO, FENESTRELLE E ROURE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Agenzia della Mobilità Piemontese
Sadem Spa
ExtraTo Scarl

OGGETTO: CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TPL EXTRAURBANO NEL TERRITORIO DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO – LINEE N.282 “PEROSA ARGENTINA-PINEROLO-TORINO” E N.285 “OULX-CESANA-CLAVIERE”-RICHIESTA DI POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO A BENEFICIO DELL’UTENZA STUDENTESCA PRAGELATESE PROVENIENTE DAGLI ISTITUTI DI OULX E PINEROLO.

In risposta ad una lettera inviata nelle settimane scorse agli organismi preposti in merito al trasporto dei ragazzi da Pinerolo a Pragelato e rientro e da Pragelato a Oulx e relativo rientro, non possiamo non registrareuna presa di posizione all’insegna del qualunquismo e del semplice scarico di responsabilità politica e finanziaria.

Non intendiamo, per l’ennesima volta, riproporre il problema dei ritardi cronici e delle estreme difficoltà nel percorrere quel tratto di strada da parte di ragazzi che abitano ancora nei paesi di montagna se non per evidenziare, piùdi prima, che a fronte di un disagio più volte richiamato, la risposta dell’Agenzia MobilitàPiemontese, l’AMP, èil semplice invito ai Comuni interessatidi farsi carico della spesa e pagare per un servizio sempre più scarso e scadente.

Un atteggiamento a dir poco irresponsabile. Un solo esempio concreto. I ragazzi di Pragelato che frequentano le superiori di Pinerolo, per il rientro dalle lezioni attendono da 45 a 90 minuti l’autobus per la tratta da Perosa Argentina verso i comuni di Roure, Fenestrelle, Usseaux e Pragelato.

Mentre i ragazzi che frequentano il Liceo di Oulx per il rientro attendono ben 45 minuti a Sestriere per l’arrivo dell’autobus che scende a Pragelato. Èdel tutto ovvio che il disagio subito dai residenti in Alta Valle dovrebbe essere affrontato rivedendo il piano dei percorsi e riservando una linea esclusivamente per l’Alta Valle appunto.

Ora, è abbastanza evidente che un non intervento o una permanente penalizzazione, da parte degli organismi preposti, al miglioramento della fruizione di queste tratte, ha l’unico obiettivo di penalizzare i ragazzi residenti in montagna e, di conseguenza, di provocare un ulteriore spopolamento. Se non proponendo, strumentalmente e con scarsa inventiva, che piccoli comuni montani con bilanci sempre piùridotti e circoscritti, si accollino spese incredibili per migliorare la rete del servizio di trasporto.
Ecco perchè ci permettiamo, ancora una volta, di insistere affinchèla societàpreposta al servizio, di comune intesa con Città Metropolitana affrontino, con la dovuta responsabilità politica ed istituzionale, una situazione che crea problemi e disagi per centinaia di famiglie e che aggrava, al contempo, il rapporto tra pianura e montagna con enormi ricadute negative per gli ormai pochi residenti nelle valli.
Cordialmente.
Giorgio Merlo (Sindaco Pragelato)
Andrea Ferretti (Sindaco Usseaux)
Michel Bouquet (Sindaco Fenestrelle)
Rino Tron (Sindaco Roure)
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here