CORONAVIRUS, IL SUPPORTO DEGLI PSICOLOGI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ASL TO3

COLLEGNO – L’Asl To3 potenzia il Team di Psicologia delle Emergenze per affrontare il Coronavirus Covid-19, rafforzando il numero degli psicologi coinvolti, che ora sono sedici, e attivando un servizio e-mail dedicato agli operatori sanitari e ai cittadini residenti nel proprio territorio.

L’obiettivo è offrire un supporto psicologico immediato in questo momento di difficoltà: agli operatori sanitari che in questi giorni si trovano impegnati in prima linea a fronteggiare l’emergenza e le sue conseguenze dal punto di vista emotivo, alle persone malate, ai loro familiari e piú in generale ai cittadini colpiti da particolari disturbi di ansia o panico, ai medici di famiglia che quotidianamente si confrontano con i propri pazienti e possono segnalare delle situazioni di forte sofferenza.

L’indirizzo e-mail è il seguente psicologiaemergenza@aslto3.piemonte.it. È possibile scrivere e, se si vuole, lasciare anche il recapito telefonico. La richiesta verrà presa in carico dagli psicologi dell’Asl. Il servizio, che ha come responsabile il dottor Alessandro Bonansea, è gestito dalla dottoressa Paola Chiadò Piat e dalla dottoressa Gabriella Mottura.

Viene in questo modo ampliata l’attività che in queste settimane sta svolgendo il Team di Psicologia delle Emergenze, sia mettendosi a disposizione degli operatori sanitari che supportando i cittadini in difficoltà.

Il Team è formato da un nucleo di specialisti che da anni opera all’interno dell’Asl To3, secondo linee di intervento definite da uno specifico percorso diagnostico terapeutico assistenziale: viene attivato, di norma, su segnalazione dei responsabili delle strutture dell’Asl (direttori di distretto, direttori di presidio e dirigenti delle professioni sanitarie), degli istituti scolastici oppure delle forse dell’ordine quando si verificano delle situazioni eccezionali che possono avere un forte impatto emotivo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here