ROURE, BILANCIO DI PREVISIONE 2021: DISCUSSIONE IN CONSIGLIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI ROURE

ROURE – Si è tenuto lunedì sera, tra notevoli difficoltà tecniche, a Roure il consiglio comunale “on line” per l’approvazione del bilancio di previsione per il 2021 e dell’aggiornamento al Dup 2021-2023, il Documento Unico di Programmazione, con il quale a inizio mandato le amministrazioni fissano i propri obiettivi politici in termini finanziari.

Al primo punto dell’ordine del giorno, è stato votato all’unanimità l’approvazione del regolamento comunale per la istituzione del nuovo canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, tributo che in pratica ha sostituito la tassa ed il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari (su strade e palazzi), l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni. Il regolamento in questa materia ha sempre effetto retroattivo al primo gennaio dell’anno di cui si approva il bilancio (2021).

Successivamente i consiglieri di Roure hanno confermato all’unanimità per il 2021 le aliquote sia dell’addizionale comunale all’IRPEF, sia dell’imposta municipale unica-IMU sulle abitazioni di lusso adibite a abitazioni principale e sui negozi e laboratori artigianali e sulle aree fabbricabili.

Infine c’è stata la discussione per l’approvazione del bilancio preventivo. Qui le posizioni dei consiglieri si sono differenziate, in quanto la maggioranza ha seguito la linea tradizionale degli anni precedenti, ovvero di utilizzare i trasferimenti statali (181.000) per l’efficentamento energetico degli edifici pubblici e per la “messa in sicurezza” delle strade.

Con tale espressione un po’ generica, però, devono intendersi in pratica non i lavori volti a evitare smottamenti delle strade, dei terrapieni e dei monti, ma semplicemente di asfaltatura, riempimento buche, miglioramento estetico, che la maggioranza pensa di fare nelle borgate. Si ha in animo anche di allargare la strada di accesso al campo di calcio di Villaretto, che funge anche da pista di atterraggio per l’elicottero dell’elisoccorso e per l’accesso all’edificio che da poco è stato reso conforme alle norme antisismiche, molto più stringenti rispetto a quelle dei privati.

I consiglieri de “Il popolo della Famiglia”, movimento politico di rilevanza nazionale, Laura Fattorini, Mara Festa e Marcello Protto, si sono astenuti dal votare il bilancio, in quanto hanno sottolineato come, anche quest’anno c’è stato un calo demografico della popolazione di – 17 persone, col rischio in futuro di non riuscire a riempire le due striminzite pluriclassi della scuola primaria del paese, rendendosi necessario prendere provvedimenti molto più decisi in favore della natalità.

Da sempre infatti Il Popolo della Famiglia propone il “reddito di maternità”, cioè un trasferimento di 1000 € al mese per otto anni, a tutte quelle mamme che mettano al mondo un figlio e scelgano liberamente di “lavorare” solo in famiglia. Anche a Roure si raccolsero nel 2019 le firme per la proposta di legge nazionale, poi presentata al Parlamento.

Le miti tariffe dei servizi comunali favorevoli alle famiglie, secondo Marcello Protto, “pur apprezzate, non sono in grado di far fronte alla straordinarietà della situazione demografica italiana, la cui gravità è resa ancora più straordinaria dalle conseguenze della pandemia sulla fecondità, sui matrimoni e sul lavoro. Se per quest’anno bisogna pensare solo a limitare gli effetti del coronavirus, non possiamo non cercare di approvare strumenti forti per favorire la natalità”.

Infine il sindaco ha dato lettura della interrogazione presentata lunedì dal PDF volta a sollecitare un rafforzamento della dieta dei bambini della scuola primaria e dell’infanzia e degli ospiti della RSA di Roure con alimenti ricchi di vitamina D, che la stessa Accademia di Medicina di Torino ha più volte raccomandato, a imitazione del piano straordinario del governo inglese dell’autunno 2020, diretto in particolare verso due milioni di cittadini inglesi. (vedasi interrogazione all.).

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here