SCUOLE DI PINEROLO: GARANTITI MENSA E I BUS, CONTAINER E TENSOSTRUTTURE PER AVERE PIÙ SPAZI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DAL COMUNE DI PINEROLO

PINEROLO – In vista della riapertura delle scuole, ecco alcune informazioni sugli interventi di adeguamento degli edifici, trasporto scolastico, pedibus, servizio mensa e nido messi in campo dall’Amministrazione del Comune di Pinerolo.

La futura riapertura delle scuole ha comportato un lavoro costante e capillare tra Amministrazione della Città di Pinerolo, Dirigenti scolastici e insegnanti, Asl, terzo settore, che hanno lavorato sullo sfondo di una situazione epidemiologica e normativa in continuo divenire. I tempi di progettazione e di realizzazione delle opere richieste dalle realtà scolastiche all’Ente Comunale sono stati strettissimi e hanno richiesto un impegno e una collaborazione straordinari tra i diversi uffici coinvolti, in particolare tra i settori Istruzione e LLPP, servizio fabbricati. Si è lavorato per adeguare gli edifici scolastici, per riuscire ad attivare i servizi a domanda individuale, per predisporre l’acquisto di forniture specifiche, per mettere in campo azioni di sensibilizzazione, per agevolare il confronto tra Istituzioni.
Per l’Assessora all’Istruzione Antonella Clapier: “Sperimenteremo protocolli e moduli organizzativi che andranno affrontati con atteggiamenti di disponibilità e di flessibilità, in quanto potranno essere necessari eventuali adeguamenti, in base all’evolversi della situazione. Mi auguro che gli interventi realizzati in conformità alle disposizioni del CTS contribuiscano a una riapertura delle scuole in sicurezza. Ringrazio tutti coloro che mi hanno affiancata”.

Di seguito forniamo una serie di informazioni su interventi realizzati per l’adeguamento degli spazi, ristorazione scolastica, trasporti, pedibus e nido.

Interventi di adeguamento degli edifici scolastici

Per quanto riguarda l’adeguamento degli edifici scolastici, si è partiti da una valutazione sulle tempistiche di realizzazione dei cantieri già avviati prima del lockdown e poi sospesi o in programmazione.

Sono stati portati a termine i lavori per il conseguimento del Certificato di Prevenzione ed Incendio (CPI) presso i plessi S. Pellico e Brignone. Si è predisposta nel periodo estivo, la sostituzione del tetto in eternit della scuola di Riva e per la ritinteggiatura del locale palestra.

Sono state ridefinite le tempistiche, di allestimento di alcuni cantieri in programmazione per non creare interferenze con l’inizio delle lezioni di settembre: completamento del primo piano e della scala antincendio della scuola primaria Nino Costa e adeguamento sismico e efficientamento energetico del plesso Collodi.

A partire dal mese di luglio, sono stati progettati e realizzati interventi di edilizia “leggera” nei plessi Giovanni XXIII, C. Battisti, Pollicino, Poet, Collodi succursale, Pellico attraverso la partecipazione ad un progetto Ministeriale Pon, per il quale abbiamo ricevuti 160 mila euro. Si è trattato di predisporre il trasloco di arredi per ottenere all’interno delle aule un maggior spazio da destinare agli alunni, nel rispetto dei parametri di distanziamento sociale previsto dal CTS (1 m tra un bambino e l’altro) e definito all’interno dei DPCM, di demolire tramezzi, riqualificare alcune zone bagni, di ridefinire spazi, di sostituire tapparelle.

I lavori sono iniziati il 17 agosto e si stanno svolgendo secondo quanto stabilito nel cronoprogramma che prevede la conclusione degli stessi entro la metà di settembre con opere di ripristino, pulizie di cantiere e sanificazione da parte di un’impresa appositamente coinvolta, riposizionamento degli arredi.

Per venire incontro alle esigenze di alcuni plessi scolastici di “compartimentare” gli spazi, sono state acquistate, inoltre, 32 pareti amovibili e 5 LIM per la sede Poet che accoglierà 2 classi della sede Collodi.

Il 17 luglio, un ulteriore progetto ha integrato il precedente, permettendo di predisporre una richiesta di finanziamento per 2 containers e 7 tensostrutture da collocare negli Istituti Comprensivi che permetteranno di avere spazi aggiuntivi.

Contestualmente sono stati predisposto microinterventi di riqualificazione estiva: sono state riverniciate pareti e porte interne dei bagni e della futura classe prima della primaria Parri e gli spogliatoi di Parri e S. Pellico.
I bagni dei 4 Istituti Comprensivi sono stati dotati di dispenser per il sapone e di porta-rotoli di carta, acquistando una prima fornitura di prodotti detergente.

SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE

Un altro importante frangente su cui si è lavorato molto è stato quello dell’erogazione dei servizi a domanda individuale: mensa, trasporto alunni tramite scuolabus comunale, pedibus, pre-post scuola, nido Tabona.

Per ogni servizio verrà predisposto un patto di corresponsabilità tra l’ente comunale e le famiglie: SI TRATTA DI UNA SERIE DI COMPORTAMENTI CORRETTI CHE TUTTI DOVRANNO METTERE IN CAMPO E CHE SERVIRANNO PER TUTELARE LA SALUTE DI CIASCUNO E PER SUPERARE QUESTO MOMENTO DI EMERGENZA. Il monitoraggio da parte della famiglia sarà uno strumento fondamentale per assicurare la fruizione dei servizi a domanda individuale in sicurezza.

Mensa e ristorazione scolastica

L’erogazione del servizio di refezione scolastica verrà garantito. Il consumo del pasto a scuola rappresenta un momento di fondamentale importanza all’interno del percorso di crescita del bambino/ragazzo sia in merito all’educazione alimentare sia per quanto riguarda lo sviluppo della socialità. L’emergenza che stiamo vivendo richiederà, tuttavia, che la somministrazione del pasto avvenga in assoluta sicurezza, nel rispetto delle Linee Guida individuate dal CTS.

Per questo motivo l’Ufficio mensa del Comune di Pinerolo ha condiviso, con il Settore Igiene e Qualità degli Alimenti dell’ASLTO3, Linee di Indirizzo precise che vanno a descrivere le procedure di somministrazione del pasto erogato nelle due diverse modalità, in refettorio e in aula.
La scelta del tipo di somministrazione, in refettorio o in classe, sarà del Dirigente Scolastico in base all’organizzazione degli spazi scolastici di ciascun plesso.

A partire dal protocollo stilato, ciascun Istituto Comprensivo potrà predisporre gli adeguamenti necessari per soddisfare le esigenze specifiche di ciascun plesso scolastico, concordandoli con la Ditta Ladisa, appaltatrice del servizio di ristorazione scolastica e con le famiglie degli utenti.
Il pasto verrà servito utilizzando lo stovigliato di ceramica e le posate di acciaio in dotazione delle cucine dei plessi.
Tutti coloro che usufruiranno della mensa saranno tenuti a rispettare le norme di igiene personale, cioè dovranno lavarsi le mani, prima e dopo il pasto.

1) Consumo del pasto nel locale scolastico adibito a refettorio
. Verrà effettuato con le consuete modalità, nel rispetto del distanziamento di 1 metro tra un bambino e l’altro.
. Al termine di ogni turno mensa il personale Ladisa provvederà alla sanificazione del locale refettorio

2) Consumo del pasto in aula
Anche in questo caso ciascun bambino è tenuto al rispetto delle norme di igiene personale.
L’ASL invita a coinvolgere attivamente i bambini e i ragazzi, anche in questo frangente.

Trasporto alunni con scuolabus
Viene predisposto per gli alunni che provengono dalle frazioni di Abbadia – Baudenasca – Riva. In questi giorni si stanno definendo le condizioni di distanziamento da seguire durante le corse. Fino ad ora si è lavorato per rispettare il distanziamento di un metro tra un passeggero e l’altro e la deroga del collocamento verticale dei passeggeri.

Nonostante la capienza ridotta dei mezzi, in base alle iscrizioni fino ad oggi pervenute, è stato verificato di riuscire a garantire il trasporto degli alunni attualmente iscritti, secondo gli orari consueti, effettuando un unico trasporto: quindi gli alunni delle medie arriveranno per le 8.00 e quelli della primaria per le 8.30.

Dopo aver valutato la capienza degli scuolabus, sono state contrassegnate le sedute.
Si sta predisponendo un patto di corresponsabilità da far firmare ai genitori.
Le iscrizioni tardive verranno prese in considerazione fino ad esaurimento dei posti possibili. Se le richieste tardive determinassero il superamento dei posti disponibili, si valuterà l’eventualità di un’organizzazione diversa dall’attuale.

Pedibus
Verrà erogato, sostanzialmente, secondo le modalità degli scorsi anni.
Secondo gli utenti attualmente iscritti, partiranno 3 linee su 7: BLU, ARANCIONE, ROSSA B. Incerta le linee VIOLA E ROSSA A.
Molto probabilmente rimarranno ferme le linee VERDE (nessun iscritto), la GIALLA e l’ AZZURRA per assenza o carenza di iscritti. Anche per questo servizio verrà stilato un patto di corresponsabilità, condiviso con genitori e ragazzi, che andrà a definire a comportamenti da adottare durante il percorso a piedi, come l’obbligo di mascherina e di procedere senza tenersi per mano.
Gli orari saranno quelli consueti, in modo da garantire un reale supporto alle famiglie.
Verrà garantito un allungamento della linea ROSSA: dalla N. Costa alla Parri, poiché le quarte e le quinte della primaria N. Costa, saranno allocate presso la Parri.

Nido Tabona
Durante il mese di luglio il nido ha accolto i propri utenti e le rispettive famiglie, nelle aree esterne per offrire loro un supporto ricreativo ed ha improntato un protocollo con l’addetta alla sicurezza del comune per svolgere attività ludico-motorie non formali.
Dal 1 settembre le educatrici sono al lavoro per predisporre spazi ed attività che ripartiranno il 14 settembre. Le famiglie saranno contattate direttamente dal nido.
Il servizio di pre-post scuola è in via di organizzazione.

Informazioni
Ufficio Istruzione
0121 361273 – 274
assessore.istruzione@comune.pinerolo.to.it

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here