VAL PELLICE, IL PONTE NUOVO DI BIBIANA È QUASI PRONTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

BIBIANA – Sono in fase di ultimazione i lavori di manutenzione straordinaria sul ponte “Nuovo” sulla Sp. 157 di Bibiana, sul torrente Pellice. I lavori hanno interessato le due pile con un intervento volto a ripristinare lo stato originario del calcestruzzo, ammalorato dagli agenti atmosferici.

I lavori svolti hanno visto l’asportazione della parte di calcestruzzo ammalorato (particolarmente importante sulle travi di pulvino e sulle parti di pile esposte a nord), il trattamento dei ferri di armatura con un prodotto inibitore della corrosione, il lavaggio con acqua ad alta pressione per migliorare l’aderenza, la ricostruzione degli spessori di calcestruzzo rimossi con malte strutturali fibrorinforzate apposite per interventi di questo genere.

Dopo il ripristino sono state posizionate delle fibre in materiale sintetico ad altissima resistenza in grado di riproporre l’effetto di “cerchiatura” fornito dalle armature metalliche corrose. L’intervento si è poi concluso con la rasatura con malta di tutte le pile e le travi. È in fase di esecuzione il lavaggio e ripristino dei frontalini dell’impalcato.

I lavori prevedono ancora il rifacimento della pavimentazione sul ponte e la sostituzione dei giunti di dilatazione. Tali lavorazioni verranno eseguiti a fine inverno-inizio primavera con temperature più adatte a garantire la loro corretta esecuzione.

Nel mese di novembre, in seguito ai sopralluoghi effettuati dai tecnici della Direzione Viabilità 2 non sono emersi problemi strutturali, ma si è reso necessario intervenire per un ripristino delle parti ammalorate, al fine di preservare la struttura.

Il ponte fu costruito nel 1979, in seguito al crollo del manufatto precedente, avvenuto il 19 maggio 1977. Oggi l’infrastruttura si presenta a tre campate con due pile in alveo, realizzate a ridosso del vecchio ponte, con una luce complessiva di circa 113 metri. Ogni campata è formata da tre travi in cemento armato precompresso e da un impalcato in cemento armato, largo 10 metri e mezzo. Il piano viabile è largo 7 metri e mezzo ed è affiancato da due marciapiedi larghi un metro e mezzo. Le due pile hanno altezza rispettivamente di 12,06 metri sul lato verso Torino e di 10,40 metri sul lato verso Bibiana.

Sono state realizzate in cemento armato, a forma rettangolare, raccordate in modo circolare sulle estremità per ridurre gli effetti della corrente. Le fondazioni delle spalle e delle pile sono ciascuna su tre pali di grande diametro (150 centimetri) trivellati, di lunghezza variabile da 8 a 16 metri. Per ogni campo di impalcato, con una luce di 37,62 metri, le tre travi che lo compongono sono collegate tra loro da cinque traversi in calcestruzzo armato, uno per ogni appoggio e tre distribuiti sulla lunghezza delle travi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here