ELEZIONI PINEROLO, DEPETRIS E SAMMARTINO NELLA LISTA PER IL SINDACO SALVAI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Alice Depetris e Gabriele Sammartino

COMUNICATO DEL GRUPPO “PINEROLO CORAGGIOSA”

PINEROLO – Prosegue la presentazione di altri due candidati che fanno parte della lista: sono Alice Depetris, lavoratrice in ambito socio-educativo e Presidentessa dell’Associazione “Fare in Fattoria” e Gabriele Sammartino, studente del Liceo Classico Porporato, scrive su Onda D’Urto e ha fondato con alcuni amici il Comitato Contestazioni Studentesche Pinerolo (CCSP).

CHI SONO

Alice Depetris

ALICE DEPETRIS

Dopo aver frequentato il liceo scientifico Marie Curie, Alice Depetris si è laureata in Scienze dell’Educazione presso l’Università di Torino. Durante gli anni dell’Università ha partecipato a progetti come l’Erasmus e il Servizio Volontario Europeo. Queste esperienze le hanno dato la possibilità di viaggiare, conoscere culture differenti e mettersi alla prova in diversi ambienti. Conclusa l’Università ha svolto lavori in ambito socio-educativo e un anno di Servizio Civile presso l’Educativa territoriale del CISS.

Negli ultimi due anni è approdata nel mondo della scuola come insegnante della primaria. Alice è Presidentessa dell’Associazione “Fare in Fattoria” che si occupa di organizzare attività prevalentemente all’aperto presso la Cascina Depetris.

BIOGRAFIA

Sono nata e cresciuta ad Abbadia Alpina dove ho deciso di tornare dopo aver vissuto per diversi anni in contesti urbani e all’estero. È nel mio territorio che, insieme al mio compagno e attraverso l’Associazione, mi adopero per offrire esperienze formative ai bambini, anche in supporto alle famiglie.

Da poco ho ripreso il percorso universitario per conseguire la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche. Penso che tutte le bambine e tutti i bambini debbano avere pari possibilità di sperimentarsi e fare esperienze arricchenti, per questo credo sia necessario un ritorno alla natura e alla scoperta del territorio.

SOGNI NEL CASSETTO

Sogno una città che dia pari diritti e pari opportunità a tutti, adulti e bambini, dove il verde, la natura, ma anche l’arte e la cultura siano più fruibili. Una città e una società dove si torni a parlarsi e dove nessuno si senta solo, ma ognuno si possa sentire parte integrante di un progetto comune.

PINEROLO/TERRITORIO/ITALIA

In una città come Pinerolo nessuno dovrebbe sentirsi solo o invisibile. Per questo voglio essere parte attiva di un progetto che non lasci indietro nessuno. Pinerolo è un grande paese e una piccola città che può offrire il meglio di entrambe le connotazioni: l’umanità del paese e i servizi della città.

Gabriele Sammartino

GABRIELE SAMMARTINO

Frequenta l’ultimo anno del Liceo Classico all’Istituto “G. F. Porporato” di Pinerolo. Ormai da diversi anni ritiene che per lui sia una necessità l’impegno politico, che può partire da un semplice informarsi fino a un più complicato attivarsi. Da qualche tempo scrive sul giornalino scolastico “Onda D’urto” a cui si è avvicinato tramite il corso Europeo PON per il giornalismo. Se inizialmente i suoi articoli riguardavano la scuola e le sue dinamiche in seguito ha voluto ampliare gli argomenti trattati al mondo del pinerolese. Si è affacciato alla politica per volontà di cambiamento, per farlo ha iniziato a interessarsi alle proposte discusse in precedenza dal Comune riguardanti la città di Pinerolo e ha deciso di attivarsi tra gli studenti per gli studenti in diverse movimentazioni a tema ambientalista e scolastico. Con la collaborazione di alcuni amici Sammartino ha preso parte alla fondazione del Comitato Contestazioni Studentesche Pinerolo (CCSP), associazione che si propone di far sentire la voce dei giovani su argomenti che li riguardano direttamente. Materie quali la filosofia e la storia le hanno portato a credere fortemente in un passato che attraverso la mente di chi vuole appassionarsene può generare un futuro diverso e migliore.

SOGNI NEL CASSETTO

Sogno una città memore della sua storia e delle sue tradizioni che non si faccia frenare ma che al contrario creda in un radioso futuro di collaborazione del vecchio con il nuovo. Immagino un paese dove il concetto di inclusione viva nel cuore di ogni persona e nel quale col tempo il concetto stesso venga svuotato di significato perché privo del suo opposto. Desidero che Pinerolo risulti essere un punto di riferimento per tutte le realtà vicine e non, e che possa significare unione per chiunque lo desideri.

PINEROLO/TERRITORIO/ITALIA

La collettività è formata da singoli, i singoli da caratteristiche specifiche. Allo stesso modo l’Italia è formata da Regioni e le Regioni da città. La mia idea di politica comunale riguarda un “faccia a faccia” tra l’istituzione e le piccole realtà del territorio. Dando importanza alle necessità specifiche del singolo cittadino e facendolo con tutti, solo così in un comune è possibile avere un più ampio spettro di proposte realizzabili.

Ogni zona del pinerolese presenta delle peculiarità a livello storico, geografico ed economico. Solo se prese in considerazione tutte e contemporaneamente si può giungere a un risultato ricco e totalizzante.

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here